52ESIMA ASSEMBLEA DELL’AVIS PROVINCIALE DI SASSARI

Il presidente Antonio Dettori: “Uno degli appuntamenti associativi più importanti, oltre per le procedure burocratiche previste dallo Statuto e dalla legislazione vigente, anche per illustrare il lavoro svolto giorno per giorno dall’Associazione”

Si è svolta a Valledoria la cinquantaduesima Assemblea annuale degli associati dell’Avis Provinciale di Sassari. Il presidente Antonio Dettori si è mostrato molto soddisfatto per quest’occasione d’incontro che, visti gli ultimi tempi, non è stata affatto scontata e che è mancata a tutti. 

“Questo è uno degli appuntamenti associativi più importanti, oltre per le procedure burocratiche previste dallo Statuto e dalla legislazione vigente, anche per illustrare il lavoro svolto giorno per giorno dall’Associazione, a dimostrazione dell’impegno profuso dal Consiglio Direttivo, dai Soci e da tutti i collaboratori a favore della promozione e raccolta diretta del sangue, oltre che per le altre iniziative ad essa collegate”. 

Il presidente ha parlato dei risultati dell’anno 2021 dicendo che “Abbiamo dovuto affrontare le problematiche causate dalla pandemia della SARS COV-2, adottando procedure e protocolli di sicurezza durante gestione delle raccolte del sangue, garantendo al massimo la sicurezza a tutela dei donatori e del personale 2 sanitario impegnato”.

Dettori, ha inoltre informato i presenti che, con la raccolta diretta di sangue, la UdR nel 2021 ha raggiunto il risultato di circa 17.400 unità raccolte (nel 2020 erano 16.458; nel 2019 invece, senza pandemia erano 16.350), comprese 423 plasmaferesi. 

“Di queste, 17.400, 9.700 riguardano la nostra provinciale, mentre le restanti sono state raccolte nelle Province di Olbia e Nuoro. Anche nel corso del 2021 è proseguita la collaborazione con il Centro Trasfusionale di Alghero, garantendo l’apertura per le raccolte di sangue nel pomeriggio” ha affermato Dettori. 

Si è parlato anche delle raccolte di plasma presso il centro di San Camillo, tutti i lunedì, oltre che presso i centri mobili secondo il calendario prestabilito. “Purtroppo con la nuova convenzione stipulata con l’AOU di Sassari non ci vengono più corrisposti i proventi per i salassi non validi e questo ha visto la perdita, in senso puramente economico, di n.249 unità” ha precisato il presidente. 

“Siamo certi, comunque, che la Direzione AOU voglia rivedere insieme questo punto dell’accordo, in quanto questa “anomalia” non è assolutamente prevista nelle altre convenzioni ASSL, tanto meno nei modelli proposti a suo tempo dalla Regione. Quest’anno infatti, dopo le proroghe dovute alla pandemia, abbiamo rinnovato le convenzioni con i Centri Trasfusionali di riferimento: A.O.U. Sassari, ASSL Sassari per i Centri Trasfusionali di Alghero e Ozieri, ASSL Olbia e ASSL Nuoro, Tutte si sono firmate al mese di agosto ma con decorrenza Gennaio 2021. Le nuove convenzioni hanno apportato modifiche economiche di rimborso, dovute all’accorto Stato-Regioni al quale Avis non ha partecipato, oltre a delle differenze procedurali come per esempio la fornitura del materiale e attrezzature”. 

A questo punto il presidente Dettori ha trovato doveroso evidenziare che “solo l’AOU di Sassari ha preferito l’approvvigionamento diretto, mentre gli altri Centri Trasfusionali hanno preferito lasciare all’Avis tale compito. In riferimento a queste convenzioni, a decorrere dal 3°trimestre 2021, abbiamo riconosciuto alle sezioni un contributo extra, a titolo di rimborso spese per ristoro dei donatori (non previsto in convenzione), quantificato in € 2,00 per ciascuna unità raccolta. Nel corso dell’anno 2021, a causa della carenza di personale sanitario, l’Avis Provinciale di Sassari ha provveduto all’assunzione di un medico, Daniele Floris, e di due infermieri professionali, Maria Luisa Azzu e Viorel Merlusca, “i quali sono stati e sono tutt’ora una boccata d’ossigeno per questo difficile periodo”. 

“Con ulteriori collaboratori, siamo arrivati a ben 31 unità di personale impegnato fra personale dipendente, collaboratore suddivisi in sanitari, amministrativi e autisti. Inoltre, nel 2021, dopo le proroghe concesse dalla Regione Autonoma della Sardegna, abbiamo dovuto riprendere in mano la questione degli “accreditamenti delle strutture sanitarie”, le quali sono tutt’ora in fase di istruttoria, e per gestire questa procedura, resa ulteriormente più gravosa in quanto il tutto è transitato sul portale SUAPE della Regione, abbiamo assunto a tempo determinato l’amministrativa Loredana Masia (esperta in materia)” informa ancora Dettori. 

“Come ormai di consuetudine, abbiamo partecipato attivamente, alla manifestazione “Goccia su Goccia” con una raccolta straordinaria di sangue in Piazza d’Italia, organizzata dall’Associazione S.I.S.M. (Segretariato Italiano Studenti di Medicina) con la collaborazione della nostra Comunale di Sassari e dell’ADMO. Abbiamo partecipato inoltre alla manifestazione “Corsa in Rosa” con una raccolta di sangue in piazza d’Italia, ed abbiamo sponsorizzato la giornata con impresso il logo “AVIS” in tutte le 5.000 magliette che sono state realizzate per i partecipanti alla manifestazione. Alcune sezioni hanno aderito all’iniziativa proposta, omaggiando i donatori che si sono 

presentati nel mese di settembre per effettuare la donazione di sangue, con un kit di partecipazione alla gara”.

A fine anno si è tenuta a Sassari, nella piazza d’Italia la manifestazione “La giornata delle buone azioni”, finanziata con i fondi della L.R. n. 7/1955 per l’anno 2020 dall’Assessorato Regionale al Turismo, nel cartellone “Inclusione Sociale”. In questa occasione, l’Avis ha premiato, intervallata dall’esibizione di diversi artisti, numerose Associazioni di volontariato, istituzioni e gli studenti di 5 Istituti superiori di Sassari che nella loro attività hanno contribuito al benessere sociale del prossimo. Nella stessa occasione, sono state consegnate le 42 borse di studio dell’Avis Regionale, da € 200 ciascuna, assegnate alla nostra provinciale, per gli studenti-donatori, che nell’anno scolastico 2020/2021 hanno conseguito la maturità. Durante tale giornata, l’Avis ha allestito una piazza d’Italia in perfetto stile natalizio, con attrazioni per adulti e bambini, oltre a numerosi stand che hanno ospitato diverse realtà associative del territorio e le principali istituzioni quali polizia locale, carabinieri e vigili del fuoco. 4 “Anche nel 2021 abbiamo portato avanti la collaborazione, non con semplicità, per le raccolte dirette del sangue con le Provinciali di Olbia e Nuoro, un enorme sacrificio per l’ufficio e per il personale che ringraziamo, ricambiato dagli ottimi risultati ottenuti, relativamente al numero di sacche di sangue raccolte. Quest’anno inoltre, tutto il nostro personale strutturato e in convenzione ha rinnovato la certificazione BLS- d, necessaria per l’accreditamento dell’unità di raccolta. A fine 2021 inoltre abbiamo finalmente costituito la “Consulta Giovani Provinciale”, composta per il momento da n. 9 componenti, coordinati da Katia Dore della Comunale di Codrongianos e affiancati da Silvia Manca della Comunale di Sassari. Gli auguriamo un proficuo lavoro, sperando che la pandemia allenti la presa e gli consenta di realizzare progetti ed eventi finalizzati alla promozione del dono del sangue e al coinvolgimento di numerosi giovani al mondo avisino perché sono il futuro”. “Anche quest’anno abbiamo un bilancio economico più che positivo, con entrate e uscite al 31/12/2021 che si aggirano intorno al milione e mezzo di euro Quest’anno, inoltre, in base al D.Lgs. n. 117/2017 (Codice del Terzo Settore) abbiamo dovuto adeguare i prospetti di bilancio, e redare come già nel 2021, la dettagliata “Relazione di Missione”, che, allegata al bilancio è necessaria per l’iscrizione al Registro Unico Nazionale del Terzo Settore. Detta relazione è redatta dall’Organo di Controllo, la qui presente Dott.ssa Susanna Tassu, che ringraziamo per l’attività prestata e la sua costante e cortese presenza anche in sede di revisione contabile periodica e riunioni del Consiglio Direttivo”. 

Il presidente ha concluso questa relazione ringraziando, a nome del Consiglio Direttivo il Personale strutturato e in convenzione, il Collegio dei Revisori dei Conti, il Collegio dei Probiviri, i Presidenti e i Consigli Direttivi delle Comunali ed infine, tutti i Soci Donatori, i quali sono il vero e proprio “sangue” che scorre nelle vene dell’Avis”. 

Presenti alla riunione tutti i soci, Presidenti e Delegati, il Presidente dell’Avis Regionale Vincenzo Dore e il Consigliere Nazionale Antonello.

Antonio Dettori ha ringraziato il Sindaco e la Presidente della Comunale di Valledoria, che si sono fatti carico dell’organizzazione dell’assemblea nei minimi dettagli, i Direttori dei Centri Trasfusionali e il Direttore Sanitario Gioacchino Greco. Ha inoltre rivolto un saluto ed un pensiero particolare agli avisini che non sono più in vita e che si sono impegnati tanto in quest’opera di grande solidarietà.

Commenti
Pubblicità