Si va in scena a Casa Serena

COMUNICATO STAMPA

Si va in scena a Casa Serena

La sala teatro di Casa Serena si apre a compagnie di tutta la Sardegna per una rassegna dedicata a un pubblico di ogni età. Dopo il debutto il 23 marzo con La Bottega dei Teatranti e il suo Pinocchio e le 5 monete d’oro, venerdì 29 marzo sarà la volta della compagnia Teatro Instabile che presenta, a partire dalle 17, Biancaneve musical.

L’idea è quella di offrire momenti di svago e cultura, in uno scambio intergenerazionale in grado di arricchire umanamente tutti i partecipanti. Per gli ospiti di Casa Serena l’ingresso è gratuito mentre per gli altri è prevista un’offerta libera, utile per coprire le spese dell’organizzazione.

L’iniziativa, ospitata nei locali della residenza per anziani di via Pasubio da anni luogo di incontro e condivisione per tutta la città, nasce dalla collaborazione fra la cooperativa Coop.A.S. e La Bottega dei Teatranti. Due mesi di spettacoli che vedranno come protagoniste diverse compagnie teatrali da tutta la Sardegna e gli ospiti di Casa Serena che potranno assistere gratuitamente agli spettacoli e alle prove. All’interno della rassegna è previsto anche un laboratorio con gli anziani e le anziane della struttura e i bambini e le bambine del V° circolo didattico.

Si tratta di un nuovo momento che rafforza ulteriormente il legame tra la vita all’interno della struttura e quella di tutta Sassari. «Dopo i riuscitissimi esperimenti di mostre artistiche e rassegne culturali è arrivato il momento di portare il teatro. Il teatro come metafora delle nostre esistenze e come rappresentazione della vita» spiegano gli organizzatori.

Con Biancaneve musical, lo spettacolo del 29 marzo, dalle 17, la compagnia Teatro Instabile di Paulilatino, con la regia di Aldo Sicurella, ben lungi dal voler rappresentare fedelmente la famosissima fiaba di Biancaneve, ha voluto “rubare” alla genialità di Walt Disney colori e suoni, per costruire attraverso l’ironia un gioco teatrale con il gusto del cabaret. Sarà perché la fiaba non se la ricordano bene, sarà perché si calano totalmente nei personaggi, sarà perché figure note e invadenti spezzano la narrazione, sarà per la loro ingenuità, che la fiaba si sviluppa tra gags e imprevisti. Costruito su un canovaccio che è quello della “Biancaneve” originale, lo spettacolo vede gli attori burlarsi l’uno dell’altro nell’avvicendarsi dei diversi personaggi.

I prossimi appuntamenti saranno, sempre dalle 17, il 5 aprile con la compagnia S’Arza Teatro che presenta Cherocè, spettacolo adatto anche ai più piccoli, il 12 aprile sale sul palco Origamundi con Bisogna stare karmi, il 14 Ilos porta in scena Sas comares luvulesas, il 20 Akroama presenta Le favole di Esopo e il 26 T. S. Paco Mustela presenta Amicizia – la patente. A maggio, il 3 Ilos con L’isola dei sandwiches, il 10 la Bottega dei Teatranti Teatro Instabile presenta Minuzia e Fioredoro, il 18 Abaco Teatro con Ottavio Bottecchie vite in volata e il 26 il Teatro Instabile sarà in scena con Ghernica … Dalla guerra alla libertà.

Commenti