TEATRO VERDI: SUL PALCO DELLA SALA CONCERTI SARA’: MELEANNURCHE

PRENDE IL VIA AL TEATRO VERDI

“CD-NOVITA’ IN CITTA”

nuova rassegna dedicata alle novità discografiche

SUL PALCO DELLA SALA CONCERTI

VENERDI’ 14 DICEMBRE

SARA’

presenta

MELEANNURCHE

AD INTRODURRE LA SERATA

LUIGI MARIELLI DEI TAZENDA

Prende il via venerdì 14 dicembre alle 20 nella sala conserti del Teatro Verdi una nuova iniziativa organizzata da Teatro e/ o Musica dedicata al mondo della discografia. “Ogni appuntamento farà conoscere al pubblico le proposte di giovani artisti che hanno pubblicato recentemente i loro lavori discografici e li presenteranno raccontandone la genesi e proponendo alcuni brani dal vivo.
Ad aprire la rassegna una giovanissima cantautrice sassarese Sarà nome d’arte di Sara Porcu che presenta il cd “Meleannurche” . L’autrice canta i propri brani accompagnata da Enzo Perna (chitarra, basso,percussioni) e Roberto Maria Desiato (flauti). Arrangiamenti: Sara Porcu, Enzo Perna, Roberto Maria Desiato.
“Meleannurche” è primo lavoro musicale di Sarà figlia d’arte (la madre è la musicista Angela Miele ) trae ispirazione per questo suo primo lavoro proprio dalle origini Irpine della madre e attinge sonorità e ritmo dalla cultura popolare, etnica e meridionale che ha frequentato sin da bambina. Tra i temi approfonditi nel cd, accanto ai sentimenti per la natura, vi è quello culinario una passione questa che Sarà ha ereditato dal padre Pasquale Porcu giornalista ed enogastronomo. I brani del disco fanno continui riferimenti ai prodotti tipici del sud : provoloni, friarielli, scarola e meleannurche che si insinuano nei testi ricchi di sfumature poetiche. “Sono fiera di essere sarda -dice Sarà- ma mi sento anche per metà irpina una terra che amo e frequento fin da piccolissima”. Il progetto di Sarà ha preso forma anche grazie all’incontro con due musicisti, non a caso anche loro campani, che vantano una pluriennale esperienza nel campo della musica popolare: il chitarrista Enzo Perna (con il quale ha formato nel 2016 il duo Verão) e il flautista Roberto Maria Desiato. “Anche il titolo del cd “Meleannurche” si ispira ad un prodotto tipico dell’Irpinia -conclude Sarà- una mela, di una qualità che purtroppo sta diventando sempre più difficile da trovare sul mercato e che per questo è un pò il simbolo di quello che vorrei raccontare, oltre la musica, nel mio cd che parla di radici e tradizioni che rischiano di andare perdute”. La serata del 14 dicembre verrà presentata da Luigi Marielli dei Tazenda. 

Monica De Murtas
Ufficio stampa e Comunicazione
Commenti
Pubblicità