Rinviata la riunione del Consiglio regionale, domani Pais e Solinas al ministero dei Trasporti. Pais: «È il momento dell’ unità e della coesione. L’unica voce da far sentire è quella della Sardegna»

Pubblicità

La seduta del Consiglio regionale prevista per domani mattina è stata rinviata a mercoledì 19 febbraio, con all’ordine del giorno la proposta di legge n. 71 “Modifiche alla legge regionale 13 novembre 1998, n. 31 Disciplina del personale regionale dell’organizzazione degli uffici della Regione”. Lo slittamento è stato deciso per permettere al presidente del Consiglio regionale Michele Pais e al presidente della Regione, Christian Solinas di partecipare domani, nel primo pomeriggio, ad un incontro al ministero dei Trasporti.

Domani mattina alle 10,30 in Consiglio regionale si svolgerà un incontro tra i sindacati, i lavoratori di Air Italy e i consiglieri regionali.

Il Presidente Michele Pais da Roma ribadisce la ferma intenzione di portare avanti con la giunta regionale una battaglia unitaria per salvare la compagnia aerea: «È il momento dell’unità e della coesione. Non ci devono essere divisioni ideologiche o partitiche. L’unica voce che deve arrivare a Roma è quella della Sardegna». La volontà di incontrare le parti sociali per Pais è un segnale di apertura: «Ritengo opportuno sentire direttamente i lavoratori sulla strategia per scongiurare definitivamente la chiusura della compagnia che, oltre ad avere effetti occupazionali devastanti, avrebbe ripercussioni catastrofiche per il comparto dei trasporti e del turismo dell’intera isola».

Il Presidente ha invitato ancora una volta tutti i parlamentari sardi e i consiglieri regionali a sostenere la vertenza Air Italy giovedì a Roma alle 10.30 nella piazza antistante Palazzo Chigi e poi davanti alla sede del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti in concomitanza alla riunione con la ministra Paola De Micheli.

Commenti
Pubblicità