INTERVENIRE SU PIANO COMMERCIALE E PIANO ZONIZZAZIONE ACUSTICA

Una prospettiva migliore per imprese, giovani e turisti. C’è tanto da fare: svago, intrattenimento, sport. Partendo da una seria programmazione delle attività in modo da conciliare le esigenze delle imprese, dei residenti e dei nostri giovani. Credo che non basti uno sportello di conciliazione per mettere insieme le esigenze di tutti.  La nuova amministrazione si dovrà occupare di mettere a sistema tutte le realtà che operano in città, composte da moltissimi giovani. La coalizione di centrodestra, civica e sardista dovrà farsi carico di agire sul piano commerciale e sul piano di classificazione acustica, stabilendo una volta per tutte le zonizzazioni entro le quali definire le attività. Andranno definite con certezza, senza i ripensamenti che hanno caratterizzato la Giunta Bruno sulla vicenda dei tavolini rivelatasi un far west dei peggiori,  le previsioni di spostamento ed estensione verso il litorale di una classificazione più adatta alle attività estive di intrattenimento e svago. La negligenza di questa amministrazione ha pesato, e tanto, sullo sviluppo delle attività e sulla necessità di sostenere la cosiddetta Movida. Per questo sosteniamo che sarebbe meglio che l’Amministrazione Bruno lasci le cose, e i danni, a metà: sarà meno difficile pervi rimedio.  Noi crediamo che anche l’intrattenimento sia fonte di sviluppo, economia, immagine della città. Dobbiamo quindi dotarci presto di tutti gli strumenti rimasti solo nelle intenzioni .  Una mancanza che ha pesato in questi anni e che ha causato danni,  contrapposizioni e conflittualità. Alghero, la nostra Alghero, merita di rialzarsi.  

Commenti
Pubblicità