ALGHERO. “ANTICO E BAROCCO”, CONCERTO IN CATTEDRALE DI MAURO USELLI

Nella maestosa cattedrale di Alghero, il 28 dicembre, si terrà il concerto del maestro e flautista algherese Mauro Uselli. L’incantevole scenario di Santa Maria sposa perfettamente le note del flauto di  Uselli che dedicherà alla città e alla musica un tributo speciale. “Antico e barocco “ plaude alla bellezza della città vecchia e alla grandezza della comunità catalana: un tripudio di sinfonie, classiche ma bizzarre, nate dalla fusione del classicismo con l’intima rivelazione sonora di Uselli che si lascia trasportare dall’improvvisazione.  Il programma in larga parte si avvale di recenti e originali trascrizioni per flauto solo a cura del maestro flautista Mario Folena, musiche di C.Ph. E.Bach – D. Buxtehude-J.A.Hasse-S.L.Weiss. Sono quattro fantasie trascritte cercando, per quanto possibile, di far confluire nell’unica voce del flauto, le varie parti della scrittura polifonica delle versioni madre per cembalo, liuto e strumenti a tastiera.  Il concerto  vuole essere una versione serale che dei “Risvegli mattutini”, che si  susseguono con grande successo nella chiesetta di Sant’Agostino, nel quartiere della Pietraia,  per omaggiare il periodo del santo Natale. Sarà dunque una trasposizione dell’idea del risveglio che allieta al contrario la notte e porta ad un’ intima riflessione. Spazio e voce al  flauto accompagnati dai cinguettii e dai suoni del mare: su questo filo conduttore si dipana l’idea del concerto, che tra giochi d’acqua e note concettuali, si ispira alla natura e ai suoni dell’anima. Il concerto, come del resto i recital firmati Uselli, propongono una chiave di lettura semplice ma profonda: la meditazione. La serata musicale inizierà con un brano curato dalla stesso musicista intitolato “Sebastian” che include l’esposizione di una serie di movimenti virtuosi tratti da celebri sonate fuse tra loro con l’idea di creare un mantra, un messaggio sonoro costante, liberatorio e positivo. Attraverso la musica Mauro Uselli trasmette la sua costante ricerca del bello, ispirato dalla natura e dal suo mutevole divenire: note, silenzi, pause e accenti divengono parte integrante di una sinfonia irripetibile che allo stesso tempo arriva alle corde dell’anima. Si tratta di un evento musicale unico, frutto di esperienze maturate negli ultimi anni, ispirate dai suoi rifugi nelle fitte aree boschive dell’alta Gallura e impreziosite dai colori di Alghero, dai tramonti e dai suoi luoghi incantati. Tutto ciò che viene dimenticato, emarginato, scurito, nei brani di Uselli diviene magicamente chiaro, trasparente, positivo. Il concerto inizierà alle 20 00 , con ingresso libero.

Commenti
Pubblicità