CONTROLLI ANTIRICICLAGGIO: SANZIONATO UN PROFESSIONISTA CAGLIARITANO.

Nell’alveo delle iniziative volte a prevenire l’utilizzo del sistema finanziario per scopi illeciti, il Corpo è chiamato ad effettuare attività ispettive nei confronti dell’ampia platea di soggetti destinatari della normativa antiriciclaggio, tra cui rientrano gli agenti in affari attivi nel settore della mediazione immobiliare, i quali sono destinatari di controlli mirati alla verifica dell’osservanza delle specifiche disposizioni in materia, volte a scongiurare la movimentazione illecita di denaro.

In tale contesto operativo, il Nucleo di Polizia economico finanziaria della Guardia di Finanza di Cagliari ha eseguito, con riferimento alle annualità dal 2016 al 2018, un controllo antiriciclaggio nei confronti di un professionista attivo su Cagliari, amministratore unico di una srl attiva nel settore della mediazione immobiliare.

In particolare, l’attività è stata indirizzata al riscontro del corretto adempimento degli obblighi di adeguata verifica della clientela, mediante il riscontro delle pratiche e dei fascicoli, con specifico riferimento alla documentazione raccolta per l’identificazione del cliente e del titolare effettivo delle transazioni, tra cui il mandato di incarico professionale, il foglio notizie sottoscritto dal cliente, le visure camerali nonché i documenti d’identità.

Tali adempimenti normativi permettono, in definitiva, di comprendere chi siano i titolari effettivi delle transazioni nonché le motivazioni sottostanti alle operazioni.

L’intervento, che si è focalizzato sulla posizione di 51 clienti, tra cui anche soggetti esteri, ha permesso di accertare, per tutti, l’inosservanza da parte del professionista degli obblighi di adeguata verifica della clientela: in particolare, le violazioni contestate sono relative all’omessa identificazione dei titolari effettivi delle persone giuridiche ed all’identificazione della clientela mediante documenti scaduti ovvero utilizzando questionari, visure camerali ed altre informazioni non aggiornate.

Tali circostanze hanno comportato, nei confronti del destinatario del controllo, l’irrogazione di una sanzione amministrativa fino a 50.000 €

Commenti
READ  Controlli sui viadotti, chiusura strade