Le Anteprime del Lussu: Roberto Barbolini presenta “Il maiale e lo sciamano”

I contenuti del volume edito da “La nave di Teseo” il 6 maggio saranno approfonditi in diretta streaming sulla pagina facebook e sui canali YouTube del Festival Premio Emilio Lussu e del Centro Studi Sirio Giannini

CAGLIARI. Nuova anteprima online per il Festival Premio Emilio Lussu, che giovedì 6 maggio alle 17.30 porta lo scrittore Roberto Barbolini (già vincitore del Premio Dessì) all’attenzione del pubblico del web, in particolare quello sardo, con la presentazione della sua ultima fatica letteraria, “Il maiale e lo sciamano. È una raccolta di racconti nei quali si esplora il tragicomico intreccio fra le “basse voglie” del corpo e il richiamo insopprimibile del sacro, nell’epoca che lo stesso autore definisce “della sua impossibilità”.

L’appuntamento si terrà in diretta streaming sul canale facebook del Premio Lussu, all’indirizzo https://www.facebook.com/FestivalPremioLussu,

e sui canali YouTube https://www.youtube.com/channel/UC0hWbPUCIRhicZFfeUeqiVQ

https://www.youtube.com/channel/UCWrudh4w9MRVhsK2ux0Xx1A

L’iniziativa è organizzata dall’associazione culturale L’Alambicco e dal Cisesg – Centro Studi Sirio Giannini, e costituisce sia un’anteprima per il Festival Lussu – VII edizione di Cagliari (sostenuto dalla Regione Sardegna), sia per il partner gemellato Festival Trame d’Estate IX edizione di Seravezza. L’evento gode della collaborazione della casa editrice La nave di Teseo.

A dialogare con l’autore Roberto Barbolini sarà la critica letteraria Daniela Marcheschi, presidente del comitato scientifico internazionale del Festival Premio Emilio Lussu e direttore scientifico del Cisesg Centro Studi Sirio Giannini.

Il libro. Roberto Barbolini si esprime ancora una volta nel suo caratteristico stile ironico e surreale, ricco di riferimenti colti e soluzioni linguistiche originali. L’opera si presenta come un kamasutra narrativo, scandito per quadri onirici da un’ambientazione vicina nello spazio e nel tempo, cioè l’Emilia contemporanea fra il Po e l’Appennino. Lo scenario si allarga al Far West. Il lettore si troverà a ballare con san Giuseppe e in collegio con Vasco Rossi, a volare con Buddha e a incrociare Buffalo Bill con i butteri maremmani, Jack London con Felix Pedro che scoprì l’oro in Alaska. Per approdare infine con l’autore, tra uno sberleffo e un affondo, verso uno sguardo inatteso sul nostro presente.

Giornalista culturale e critico teatrale, Barbolini è stato allievo di Luciano Anceschi all’Università di Bologna, e ha iniziato a occuparsi di letteratura collaborando alle riviste il Verri e Paragone. Ha lavorato a lungo a il Giornale di Indro Montanelli e poi al settimanale Panorama, col quale collabora tuttora. Scrive anche per il QN-Quotidiano nazionale. Autore di opere di narrativa, pubblicate da alcune delle maggiori case editrici italiane, ad esse ha sempre alternato un’ampia produzione critica, dedicata soprattutto al poliziesco e al fantastico letterario.

Tra le sue opere: La strada fantasma (1991), vincitore del premio Dessì, Il Punteggio di Vienna (1995), Piccola città bastardo posto (1998), Stephen King contro il Gruppo 63 (1999, finalista al premio Viareggio), Ricette di famiglia (2011), L’uovo di Colombo (2014). Con La nave di Teseo ha pubblicato nel 2017 Vampiri conosciuti di persona.

L’evento fa parte di una serie di anteprime che rappresentano un assaggio del Festival Premio Emilio Lussu 2021, che si svolgerà a Cagliari dall’1 al 6 ottobre, mentre il festival gemellato Trame D’estate si terrà nella città di Seravezza dal 19 al 22 agosto. Partner dell’evento sono l’Associazione La macchina cinema – Associazione Hermaea – Libreria Mieleamaro – BookCiak Magazine – Unica Radio

Commenti
Pubblicità