COMUNICATO STAMPA – RESOCONTO “Buon cibo fa buon sangue!” : raccolte 72 sacche di sangue

72 sacche di sangue raccolte durante la maratona di solidarietà

“Buon cibo fa buon sangue!”

Giornata di donazione Non-Stop organizzata da Ersu Sassari e Avis Sassari

Tutti i donatori e le donatrici hanno ricevuto un buono per usufruire di

UN PASTO GRATUITO IN MENSA

Sono state ben settantadue le sacche di sangue raccolte nella non-stop della donazione in mensa.

E’ il risultato oltre ogni aspettativa registrato ieri durante la maratona di solidarietà “Buon cibo fa buon sangue!”, organizzata da Ersu Sassari e dall’Avis comunale, davanti alla mensa universitaria in via dei Mille 102 a Sassari.

Gli studenti, italiani e stranieri, iscritti in un percorso universitario o di alta formazione accademica in città hanno compreso profondamente lo spirito dell’iniziativa, rispondendo con grande partecipazione all’evento: settantadue donazioni andate a buon fine equivalgono ad oltre cento disponibilità alla donazione registrate dai volontari dell’Avis Comunale di Sassari durante tutta la giornata; capita sovente che, per motivi di varia natura, emergano durante il questionario di valutazione del potenziale donatore o nel corso della visita medica che precede il prelievo, dei fattori escludenti temporanei o totali alla donazione.

Il sangue raccolto, subito trasportato nel centro trasfusionale dell’Asl di Sassari, servirà a contrastare la perenne carenza che affligge l’isola, specialmente dopo il periodo estivo, quando le scorte finiscono anzitempo a causa della presenza dei turisti.

“Per noi di Ersu è una gioia immensa sapere che la campagna di sensibilizzazione ha dato frutti preziosi – sottolinea il Presidente Massimo Sechi, che prosegue dicendo – ci impegneremo ancora in futuro per sostenere l’Avis Comunale di Sassari in questa nobile battaglia per difendere la vita”. “Il prossimo appuntamento con la donazione sarà a maggio – dichiara il Direttore Generale Antonello Arghittu – e non bisogna interrompere questa catena di solidarietà, ma renderlo un appuntamento fisso due volte all’anno. La mensa, come in questa occasione, darà il suo massimo sostegno e l’accoglienza sarà sempre garantita a tutti i giovani donatori e le giovani donatrici iscritti a Sassari”.

I settantadue studenti potranno inoltre concorrere per aggiudicarsi una delle cinquanta borse di studio del valore di 500 euro messe a disposizione dall’Avis agli studenti che abbiano donato almeno tre volte durante il corso di studio universitario. 

Per maggiori dettagli sul concorso: http://www.avisardegna.it/borse-di-studio-per-laureandi-anno-2018/

RACHELE FALCHI
Freelance Journalist – Press Agent
Food and travel blogger
Commenti
Pubblicità