XXXIII Seminari e festival Nuoro Jazz • Da domani a giovedì 26 a Nuoro la 33a edizione dei Seminari e del Festival Nuoro Jazz

Comunicato stampa del 16 agosto 2021
Da domani a giovedì 26 a Nuoro la trentatreesima edizione dei Seminari Jazz.
Insieme alle attività didattiche prende il via anche il Festival:
inaugurano la serie di concerti l’arpista Marcella Carboni allo Spazio Ilisso (ore 18.30)
e in serata il quartetto di Elias Lapia nel Giardino della Biblioteca Satta (ore 21).
*

Tutto pronto a Nuoro per i Seminari Jazz, che da domani (martedì 17 agosto) fino a giovedì 26 agosto riprendono il loro cammino dopo l’interruzione forzata dell’anno scorso per la pandemia. L’inizitiva promossa dall’Ente Musicale di Nuoro, tra le più apprezzate e consolidate nel panorama nazionale della didattica del jazz, giunge alla sua trentatreesima edizione con diverse novità. A partire dalla sede dei corsi, che ritornano in via Tolmino dopo i lavori di ristrutturazione della Scuola Civica di Musica. Confermato il corpo docente delle recenti edizioni, con la direzione artistica affidata dall’anno scorso al contrabbassista Salvatore Maltana, l’altra novità riguarda l’articolazione delle attività didattiche: nel rispetto delle norme di sicurezza a seguito dell’emergenza Covid-19, per evitare affollamenti e assembramenti, i corsi quest’anno si susseguiranno in turni di quattro giornate ciascuno e sono limitati a dieci allievi per ogni classe.
 
Da martedì (17 agosto) a venerdì 20 ecco dunque le lezioni di arpa tenute da Marcella Carboni, quelle di canto da Francesca Corrias, e di chitarra con Bebo Ferra come docente. Da venerdì 20 a lunedì 23 sarà quindi la volta del corso di armonica con Max De Aloe, di sassofono con Emanuele Cisi e di Musica d’insieme e pianoforte con Salvatore SpanoDa lunedì 23 a giovedì 26, infine, saliranno in cattedra Fulvio Sigurtà per la classe di tromba, Dado Moroni per quella di pianoforte, Paolino Dalla Porta e Salvatore Maltana per il corso di basso e contrabbasso, e Stefano Bagnoli per quello di batteria. Completano l’offerta didattica i corsi di altre due presenze abituali dei seminari nuoresi da diverse edizioni a questa parte: quello sulla Storia del jazz tenuto dal compositore, musicista e musicologo Enrico Merlin (da domani, martedì 17, a venerdì 20), e il corso sul fonico nel jazz curato dalla sound engineer Marti Jane Robertson (da lunedì 23 a giovedì 26).
 
Come d’abitudine, al termine dei Seminari i docenti assegneranno varie borse di studio: una offre l’iscrizione gratuita alla prossima edizione di Nuoro Jazz al migliore allievo di ogni classe di strumento; due borse riguardano invece Siena Jazz: una per la frequenza dei seminari che si terranno l’anno prossimo nella città toscana; l’altra – la borsa “Billy Sechi” (in memoria del batterista sardo scomparso sedici anni fa) – per seguire i corsi di batteria; ai docenti spetterà anche il compito di scegliere un allievo da proporre come finalista all’annuale Premio internazionale “Massimo Urbani” di Camerino, il più importante concorso italiano per solisti jazz.
 
Non si terrà più, invece, la masterclass di Jeff Ballard che era prevista da domenica 22 a martedì 24: per motivi familiari, il batterista americano ha dovuto infatti cancellare la sua partecipazione ai seminari nuoresi.
 
Insieme ai corsi prende il via il ricco cartellone del Festival Nuoro Jazz che, come sempre, si snoderà in parallelo con le dieci giornate di attività didattiche con concerti pomeridiani, alle 18.30, nello Spazio Ilisso in via Brofferio, e la sera, alle 21, nel Giardino della Biblioteca Satta, in piazza Asproni. 
 
Tra i protagonisti, il sassofonista Elias Lapia, il trombettista Fabrizio Bosso e il contrabbassista Maurizio Congiu alla testa dei rispettivi quartetti; si presenteranno invece ognuno con il proprio trio la pianista Sade Mangiaracina e, smesse per una sera le vesti di docente ai Seminari, il chitarrista Bebo Ferra; dalle cattedre dei corsi saliranno sul palco anche il sassofonista Emanuele Cisicon il suo quartetto e l’armonicista Max De Aloe con un progetto incentrato sulla musica di David Bowie; dedicato invece a Grazia Deledda un recital del quartetto Elikes con l’attore Marco Moledda e del clarinettista Matteo Pastorino
 
Anche ospiti internazionali a Nuoro Jazz: ecco dunque in arrivo il sassofonista Seamus Blake (nato a Londra, cresciuto in Canada, di base a New York), apprezzato per la rafinatezza delle sue composizioni e le improvvisazioni audaci, con un bagaglio di sedici album come leader o co-leader, e oltre settanta come sideman; ed ecco poi Naomi Berrill, violoncellista, chitarrista e cantautrice irlandese da anni trapiantata a Firenze. Infine, a suggellare il cartellone, giovedì 26, sarà il concerto dei musicisti in residenza a Nuoro da venerdì scorso nell’ambito delle attività della rete Medinea, il network fondato nel 2014 che sostiene l’inserimento professionale di giovani musicisti dell’area del Mediterraneo.
 
In programma anche una tappa fuori Nuoro, a Onifai, domenica 22, con Sade Mangiaracina e Salvatore Maltana. 
 
Il festival si apre dunque domani (martedì 17) con un doppio appuntamento: alle 18.30, nello Spazio IlissoMarcella Carboni, con la sua arpa elettroacustica, presenta “Trame”, un omaggio a tutto ciò che la musicista cagliaritana ha vissuto e ascoltato, senza nascondersi dietro etichette o barriere di genere; un percorso personale che fa tappa nei ricordi e negli incontri che hanno dato un impulso alla sua crescita, dalla classica al jazz. Attraverso la scrittura e l’improvvisazione, l’elettronica e il gusto, emerge la capacità di Marcella Carboni di trovare un punto d’incontro fra la storia e il presente, fra le parole dei grandi e la propria voce: un’arpa che si riflette nei suoni di epoche diverse, intrecciando nello stesso accordo musiche separate da secoli e culture.
 
In serata, i riflettori di Nuoro Jazz si accendono per la prima volta alle 21 sul palco allestito nel Giardino della Biblioteca Satta per illuminare il quartetto che rinuisce intorno al suo giovane leader, il sassofonista Elias Lapia, altri tre nomi nomi noti della scena jazzistica sarda: il pianista Mariano Tedde, il contrabbassista Salvatore Maltana e il batterista Massimo Russino. Il quartetto, che ha visto la luce in occasione della vittoria di Lapia all’edizione 2019 del Premio Internazionale Massimo Urban, affonda le sue radici nel puro jazz mainstream americano, cogliendone lo swing imperante e una connotazione blues. La collaborazione del quartetto è culminata con l’uscita del disco d’esordio di Elias Lapia, “The Acid Sound”: album “Davvero notevole” di un sassofonista dotato di “una maturità davvero impressionante”, secondo la recensione della rivista Musica Jazz.
 
In cartellone, oltre ai concerti, due incontri all’insegna della storia del jazz e dei suoi protagonisti all’Auditirium della Biblioteca Satta: mercoledì pomeriggio (18 agosto), alle 18.30, Enrico Merlincondurrà il pubblico in “4 passi nel jazz”, mentre l’indomani (giovedì 19) alla stessa ora, Paolo Fresu presenta “La storia del jazz in 50 ritratti”, il recentissima libro che ha firmato a quattro mani insieme a Vittorio Albani
 
biglietti e gli abbonamenti per i concerti si possono acquistare online sul sito Ciaotickets e a Nuoro al CTS (Centro Turistico Sardo) in piazza Mameli, 1. Per accedere ai concerti è necessario munirsi di green pass; i posti a sedere saranno limitati e distanziati, nel rispetto delle norme anti-covid.
 
Per informazioni la segreteria dell’Ente Musicale di Nuoro risponde al numero 078436156 e all’indirizzo di posta elettronica [email protected]; altre notizie e aggiornamenti sono disponibili nel sito www.entemusicalenuoro.it e alla pagina www.facebook.com/nuorojazz2014
 
La trentatreesima edizione dei Seminari e del festival Nuoro Jazz è organizzata dall’Ente Musicale di Nuoro con il contributo del MiC • Ministero della Cultura, della Regione Autonoma della Sardegna (Assessorato della Pubblica Istruzione, Beni Culturali, Informazione, Spettacolo e Sport e Assessorato del Turismo), del Comune di Nuoro e del Comune di Onifai, con il supporto della Biblioteca Sebastiano Satta, di Mereu Auto, del CTS (Centro Turistico Sardo) Nuoro.
 


* * *
 
Ente Musicale di Nuoro
tel. 0784 36 156 • E-mail: [email protected]
www.entemusicalenuoro.it
 
 
Ufficio stampa Nuoro Jazz:
RICCARDO SGUALDINI • cell. 347 83 29 583 • E-mail: [email protected]



XXXIII FESTIVAL NUORO JAZZ 2021
Programma

martedì 17 agosto 2021
h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23 
Marcella Carboni arpa elettroacustica 
TRAME – Un ritratto personale del jazz italiano

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Elias Lapia quartet
Elias Lapia, Mariano Tedde, Massimo Russino, Salvatore Maltana

mercoledì 18 agosto 2020 
h 18.30 Auditorium Biblioteca Satta 
Enrico Merlin “4 passi nel jazz”

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Fabrizio Bosso quartet
Fabrizio Bosso, Julian Oliver Mazzariello, Jacopo Ferrazza, Nicola Angelucci

giovedì 19 agosto 2020 
h 18.30 Auditorium Biblioteca Satta 
Paolo Fresu presenta “La Storia del Jazz in 50 ritratti”

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Bebo Ferra trio “Voltage” 
Bebo Ferra, Gianluca DI Ienno, Nicola Angelucci

venerdì 20 agosto 2020 
h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23
Bebo Ferra “Jazz vs.Corona” chitarra solista

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Maurizio Congiu quartet “INDOMU” 
Baptiste Herbin, Emanuele COntis, Maurizio Congiu, Julian Caetano Le Prince, Martin Wangermée

sabato 21 agosto 2020 
h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23
Naomi Berrill “Suite Grazia” 
violoncello e voce

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Max De Aloe quartet “Just for one day” viaggio intorno alla musica di David Bowie 
Max De Aloe, Roberto Olzer, Marco Mistrangelo, Nicola Stranieri

domenica 22 agosto 2020
h 18:30 ONIFAI anfiteatro comunale 
Sade Mangiaracina & Salvatore Maltana

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Emanuele Cisi quartet “DISTANZA”
Emanuele Cisi, Eleonora Strino, Marco Micheli, Enzo Zirilli

lunedì 23 agosto 2020 h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Sade Mangiaracina trio“Madiba” 
Sade Mangiaracina, Marco Bardoscia, Gianluca Brugnano

martedì 24 agosto 2020 h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Seamus Blake, Fulvio Sigurtà, Dado Moroni, Paolino Dalla Porta e Stefano Bagnoli

mercoledì 25 agosto 2020 
h 18.30 SPAZIO ILISSO – via Brofferio, 23
Elias Lapia & Simone Faedda 

h 21:00 Giardino sezione sarda Biblioteca S.Satta Piazza Asproni
Cara Grazia” Elikes trio 
Matteo Pastorino, Emanuele Contis, Pierluigi Manca, Andrea Serra, Giampaolo Selloni

giovedì 26 agosto 2020 h 21:00 Teatro Eliseo
MEDINEA Session
Fabrizio Cassol e i musicisti della Intercultural Creation Session della rete Medinea: Alexandros Kentris, Ines Coville, Athina Siskaki, Simon Riou, Wajdi Riahi, Tammam Al Ramada, Pierre Martin, Andrea Del Vescovo, Oscar Viret, Ottavia Rinaldi

* * * 
Concerti serali dal 17 al 24 agosto: primi posti numerati 10 euro (intero) e 8 euro (ridotto) secondi posti numerati 8 euro (intero) e 5 euro (ridotto) Concerti serali del 25 e 26 agosto: posti numerati 8 euro (intero) e 5 euro (ridotto).

È fortemente raccomandato l’acquisto in prevendita.

Concerti pomeridiani: posto unico 1 euro Per questi concerti prenotazione presso Ente Musicale di Nuoro: [email protected] oppure 078436156

Abbonamenti numerati: intero 60 euro, ridotto 40 euro; secondi posti numerati: intero 50 euro, ridotto 30 euro.

Biglietti e abbonamenti in prevendita a Nuoro al CTS (ExMè, piazza Mameli,1) tel 0784 32490, online su www.ciaotickets.com

Nell’attuazione delle misure sanitarie vigenti per contrastare l’emergenza coronavirus, l’ingresso agli eventi del festival sarà consentito a una persona per volta secondo i percorsi indicati dall’organizzazione, rispettando eventuali sensi obbligati di entrata/uscita ove previsti, con l’obbligo di indossare la mascherina, mentre sarà cura dell’organizzazione mettere a disposizione del pubblico il gel per sanificare le mani. Verrà assicurato il corretto distanziamento di un metro tra gli spettatori (sia frontalmente che lateralmente), a eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiare o conviventi o per le persone che in base alle disposizioni vigenti non siano soggette al distanziamento interpersonale.

Sarà consentito l’accesso ai concerti solo a chi in possesso del biglietto e del Certificato di vaccinazione per il COVID-19 o di negatività a test molecolare e/o antigenico nelle 48 ore precedenti (Green Pass). L’accesso sarà vietato, invece, alle persone con una temperatura corporea superiore ai 37 gradi e mezzo. L’elenco delle presenze verrà conservato per un periodo di quattordici giorni.

Commenti
Pubblicità