Strada Sassari-alghero: e’ fatta.

Sassari-Alghero, Mario Bruno: era ed è la strada giusta, grazie a tutti.

“Approvata”. Quando il Ministro Paola De Micheli mi ha scritto questa parola, intorno alle 23 di ieri sera, a Consiglio dei Ministri appena concluso, ho sentito una grande gioia per una strada, la Sassari Alghero, che può finalmente completarsi a quattro corsie.

Da anni ormai dicevo che era l’unico percorso da seguire, quello del Consiglio dei Ministri. Ad una Commissione VIA che ha espresso parere tecnico negativo, nel contrasto tra ministeri, si poteva sostituire solo la Presidenza del Consiglio dei Ministri, ribadendo, come ha fatto, che se il PPR vieta nuove strade a 4 corsie in fascia costiera, nessuno poteva affermare con qualche logica che il lotto mancante, pochi chilometri della quattro corsie Sassari-Alghero, fosse una nuova strada.

Il CIPE lo aveva già ribadito nel 2016: l’opera deve proseguire con caratteristiche geometriche omogenee alla strada già realizzata, cioè a quattro corsie. Non se ne è tenuto conto, fino a ieri notte.

Tante battaglie in questi anni, ringrazio davvero tutti e l’elenco sarebbe lunghissimo: dai cittadini che con me hanno perfino presidiato la strada, ai consiglieri comunali, regionali, parlamentari, forze sociali, sindacali e politiche che non ci hanno lasciato soli, ai media e ai giornalisti che hanno tenuto i riflettori sempre accesi, al governo che ha messo la parola fine.

Dopo aver trovato le risorse nel 2015 (81 milioni dallo sbloccaitalia, 44 dalla Regione) grazie a un’azione sinergica col governo di centrosinistra, l’azione dei parlamentari locali e il nostro continuo pressing sul governo ha fatto si che si mantenessero di anno in anno le risorse.

La strada per risolvere era solo quella ricercata insieme nei giorni scorsi al MIT e annunciata dal Ministro Paola De Micheli, che ringrazio di cuore.

Poiché l’istruttoria, come ha ribadito recentemente il TAR, non era stata ancora completata, la si doveva completare nel luogo deputato: il Consiglio dei Ministri. Solo la Presidenza del Consiglio dei Ministri ha infatti potuto legittimamente ribaltare il parere VIA negativo e lo ha fatto per salvaguardare gli interessi generali.

La soluzione politica è arrivata dal Governo Conte, unanimemente. Come auspicavamo e chiedevamo.
Grazie a tutti coloro che hanno lavorato per questo grande risultato.

 

STRADA SASSARI-ALGHERO, TEDDE (F.I): DOPO LA LEGGE REGIONALE DI INTERPRETAZIONE AUTENTICA DEL PPR ANCHE L’OK DEL GOVERNO E’ UNA BUONA NOTIZIA CHE ALMENO IN PARTE RIPARA I DANNI FATTI DAL MINISTERO DEI BENI CULTURALI. ORA SI NOMINI IL COMMISSARIO AI SENSI DEL DECRETO SEMPLIFICAZIONI

 

Alghero, 30 luglio 2020 –“Dopo la legge regionale di interpretazione autentica del PPR, anche l’ok del Governo alla realizzazione della strada Sassari – Alghero è una buona notizia che almeno in parte ripara i danni fatti dallo stop del Ministero dei beni culturali. Ora occorre dare gambe e cuore al procedimento nominando un Commissario ai sensi del Decreto semplificazioni.” Così l’ex sindaco di Alghero commenta il via libera dato dal Governo alla realizzazione della infrastruttura viaria. Tedde ricorda che la legge approvata qualche giorno fa in Consiglio Regionale con i voti del centrodestra sardista già superava il parere negativo del Ministero dei beni culturali,  interpretando in modo autentico il Piano Paesaggistico Regionale e sbloccando la realizzazione della strada 4 corsie Sassari-Alghero. “Una legge della quale siamo orgogliosi   -sottolinea l’esponente di Forza Italia- perché nella parte che riguarda la Sassari-Alghero la norma ha tratto ispirazione da una proposta tecnico-giuridica che Forza Italia Alghero fece vanamente al Presidente Pigliaru nella scorsa legislatura, e ribadì a gennaio al Presidente Solinas e all’Assessore dei Lavori Pubblici Frongia, questa volta con miglior fortuna.” L’ex Consigliere regionale reitera la proposta fatta qualche giorno fa a Conte di applicare il Decreto semplificazioni, di coinvolgere in tempi rapidi il Presidente Solinas e  di nominare  un Commissario straordinario per  la realizzazione della Quattro corsie Sassari-Alghero.  Una norma che secondo Tedde pare scritta per la Sassari-Alghero. “Il decreto semplificazioni dispone che per l’esecuzione e l’accelerazione  degli interventi infrastrutturali che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio-economico, a livello regionale o locale, i Commissari straordinari possono essere abilitati ad assumere direttamente le funzioni di stazione appaltante, operano in deroga alle disposizioni di legge in materia di contratti pubblici e provvedono ad esercitare le loro funzioni anche a mezzo di ordinanze. “Auspichiamo una applicazione rapida della norma, che consentirebbe di recuperare almeno in parte i decenni perduti –chiude Tedde-.”

 

Alghero -Sassari 4 corsie – dichiarazioni del Sindaco di Alghero Mario Conoci : “Premiata la volontà del territorio unito con la città di Alghero”

“Alghero e l’intero territorio possono finalmente esprimere soddisfazione per lo sblocco dell’ultimo lotto della quattro corsie.  Una decisione attesa da quando il Ministro delle Infrastrutture, accogliendo la richiesta dei Sindaci del territorio del 6 luglio scorso, annunciava l’approdo in consiglio dei Ministri per la decisione finale sulla realizzazione dell’infrastruttura. Ora la decisione ha un valore sostanziale, e siamo grati a quanti hanno lavorato in questo periodo senza clamori o manifestazioni di piazza, rivelatesi in passato unitili e dannose, supportando le richieste dei sindaci della Rete Metropolitana del Nord Sardegna e della Provincia di Sassari che hanno ribadito la necessità di rimuovere ogni ostacolo per la realizzazione dell’opera.  La ferma volontà del territorio, che ha sostenuto appieno la posizione della città di Alghero, dei suoi rappresentanti istituzionali in Provincia, con l’Amministratore Pietrino Fois, e in Parlamento, con l’impegno continuo dell’On. Paola Deiana, sul completamento della la Sassari-Alghero a 4 corsie e con la circonvallazione nord della città, così come da progetto Anas del Marzo 2018, è stata accolta. Un risultato che premia la costanza e l’azione istituzionale e politica attuata, anche attraverso l’intervento della Regione Sardegna che con l’interpretazione autentica del Ppr ha sgombrato il campo da ogni dubbio sui vincoli alla realizzazione dell’opera, nel sostenere le richieste della nostra comunità. Saremo ora altrettanto attenti e vigili affinché il proseguo dell’iter porti al più presto all’avvio dei lavori e alla realizzazione dell’opera. Va colta e sostenuta l’opportunità di realizzare l’opera con tempestività, con le modalità previste per le grandi opere di rilevanza strategica che con il recente decreto semplificazioni prevede anche la nomina di un commissario straordinario in deroga alle disposizioni in materia di appalti pubblici.  C’è ora una prospettiva di cambiamento per la città, con lo sblocco della procedura per la realizzazione della circonvallazione che unisce le zone nord e sud della città e che si collegherà alla 4 corsie che finalmente sarà realizzata, in continuità, con il progetto di sviluppo infrastrutturale della città di Alghero e dell’intero nord ovest.”

Commenti